I mediatori didattici

Il termine latino «mediare» significa «essere in mezzo, tra due tempi o cose», mentre quello greco «didacticon» indica «la potenzialità di istruire». Potremmo dunque definire i mediatori didattici come strutture leggere e provvisorie che si collocano tra due fasi di un processo d’apprendimento in evidente analogia con il termine anglosassone di «scaffolding». Le Linee guida per il diritto allo studio degli alunni e studenti con DSA confermano l’ottica inclusiva del mediatore didattico per «facilitare la comprensione, supportare la memorizzazione e/o il recupero delle informazioni». Vantaggiosi per tutti, indispensabili per alcuni.

Copertina Ho capitoooo! copia 2_Layout 1

Ho capitooo! Un’idea per rendere accessibile il testo dei problemi

Il libro, nato dall’esperienza di insegnanti e tutor, vuole affrontare concretamente le difficoltà che i ragazzi incontrano nella comprensione del testo dei problemi. È una riflessione che si sviluppa in un’area poco esplorata, al confine tra lingua e matematica, e parte da una semplice osservazione: come deve essere costruito il testo di un problema? Deve essere costruito in modo da lasciare nell’implicito ciò che lo studente deve colmare grazie alla sua competenza matematica. Invece, a ben guardare, sono molteplici e spesso superflue le cose che il testo di un problema richiede allo studente che lo legge, arrivando a caricare in modo del tutto gratuito la sua memoria di lavoro e rendendo così il compito molto più arduo di quanto dovrebbe essere.

Collana: I mediatori didattici

Autori: Luciana Lenzi, Maria Sara Bastia, Enrico Angelo Emili

ISBN:

Prezzo: 18,00 euro

 

Copertina copia 3 abbondanze_Layout 1

I mediatori didattici. Utili per tutti, indispensabili per alcuni

Il libro, nato dall’esperienza quotidiana di insegnamento degli autori, si rivolge a insegnanti, educatori e famiglie e propone una serie di mediatori didattici operativi, utili per tutti gli studenti (il gruppo classe) e indispensabili per qualcuno (studenti con Disturbi Specifici di Apprendimento o Bisogni Educativi Speciali).

Il libro offre schede operative ritagliabili e/o fotocopiabili per un loro utilizzo immediato e una documentazione di riferimento per ogni mediatore presentato (dove sono esplicitati i vantaggi di un loro utilizzo per il gruppo classe, per gli studenti con DSA e per i docenti) da ritagliare e/o fotocopiare e allegare al Piano Didattico Personalizzato (PDP) e alla programmazione di classe.

Collana: I mediatori didattici

Autori: Luciana Lenzi, Enrico Angelo Emili

ISBN:

Prezzo: 18,00 euro

 

L’ALBERO DEI VERBI. Mediatore didattico per l’analisi e la declinazione dei verbi predicativi, regolari, in forma attiva e dei verbi “essere” e “avere”

L’apprendimento delle forme verbali è uno degli ostacoli più grossi che i bambini devono affrontare, eppure fin dai tre anni ciascuno di loro utilizza in modo adeguato anche forme complesse come i participi passati. Questi sono alcuni dei macroscopici motivi che ci hanno indotto a ribaltare lo studio del verbo e a proporre ai bambini in modo semplice e non semplificato una morfologia in stretta relazione con la sintassi. L’albero contribuisce all’emersione della competenza grammaticale implicita grazie alla visualizzazione delle relazioni tra gli elementi processati per opposizione e ad alcune mirate frasi-gancio. Così, cercando di collocare una forma verbale (per esempio “cantaste”), il bambino applica ad alta voce i suoi schemi impliciti e se ne appropria in modo consapevole.

Collana: I mediatori didattici

Autori: Luciana Lenzi, Enrico Angelo Emili

ISBN:

Prezzo: 20,00 euro

La Collana è diretta da:

LUCIANA LENZI – Per vent’anni docente di scuola primaria e per cinque coordinatore pedagogico e formatore del “Centro per l’apprendimento Casanova Tassinari” di Bologna. Negli ultimi anni referente del “CTH 4” di Bologna, formatore sull’uso delle tecnologie compensative ed inclusive (DSA-Disturbi Specifici di Apprendimento e disabilità) per l’USR Emilia Romagna e per l’USP di Bologna e docente nel Master in “Didattica e psico-pedagogia per i DSA” dell’Università di Bologna.

ENRICO ANGELO EMILI – Insegnante di sostegno di scuola primaria e formatore sui temi della didattica inclusiva e i DSA. Dal 2010 è referente dei Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) presso l’USR-ER (Ufficio IX, Ambito Territoriale per la provincia di Bologna) e referente del Progetto Regionale ProDSA. Docente nel Master in “Didattica e psico-pedagogia per i DSA” dell’Università di Bologna. Dottorando in Pedagogia e docente di Laboratori sull’inclusione presso la Facoltà di Scienze della Formazione di Bologna.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.